Settimana impegnativa

Come da premonizione la settimana e’ iniziata a bomba, ieri giornata sfracello al lavoro ed oggi anche se lo ritenevo impossibile pure peggio.

Ci sono situazioni che faccio fatica davvero a lasciar correre davanti agli occhi , mi devo sforzare e pensare che in fondo mi pagano e va bene così.

Giorni come oggi pero’ non vanno bene così le ore scivolano addosso ruvide ed alla fine ne esco sfinita e con il morale a terra. Passera’ …spero …

Dopo lavoro mi sono catapultata alla riunione dell’interclasse e sono rientrata quasi alle 8 , solite cose, solite menate…

Domani devo andare a trovare mia mamma che ha l’influenza .

Dopodomani visita per il rinnovo della patente e finalmente visita di controllo per la polpy e spero che mi dia il via per qualche alimento più solido se no la vedo dura tenere ancora a stecco la polpy bella!

Venerdì corsa spesa che qui manca tutto!!

Sabato cena con amici nuovi di polpy papà .

Domenica spero di riuscire a riposarmi, magari se la mia titolare mi passasse un’altro libro sarebbe l’ideale.

L’ultimo che ho restituito ieri era fantastico :

20120417-231944.jpg Se non lo avete letto ve lo consiglio e se siete un po’ giù e’ d’obbligo !!

Cure e malanni

Il giorno della Befana tutta la polpyfamily decide di abbassare le armi e cedere all’invito suoceresco a pranzo, che tanto lei ha fatto finta che nulla fosse successo noi idem e fanculo a tutte le mie paranoie minchie sul fatto che bisogna sempre chiarire.

Dopo pranzo agguantata una recalcitrante polpy che scalciava al grido di “oggi voglio assolutamente fare la nanna dopo pranzo!!” O_o io questa non la bevo nemmeno allungata nel Barolo, ci siamo diretti all’outlet mitico santissimo e da troppo tempo trascurato parco giochi preferito di polpymamma.

Io sorriso durbans, polpypapa’ tranquillo, polpy inviperita che “io nei negozi non ci vengo!” ( tu invece vieni per una volta l’anno che la tua mammina fa qualcosa che le piace vieni, sorridi e ti diverti, da contratto ).

Arriviamo e c’era , ovviamente il mondo, ma siccome la polpyfamily dispone di un culo sfacciato trova parcheggio subito e davanti all’ingresso roba da non credere considerando che c’era gente parcheggiata fino in mezzo alla statale.

Entriamo ed il primo negozio che mi trovo di fronte e’ quello della De* sigual che io ci vado matta e dico entriamo, solo un giro e mi fiondo sui cappotti che adoro, il mio radar in azione e Zaccaria colpo di fulmine…lo provo solo tanto per farci un giro e rimango come una cretina incantata davanti allo specchio con gli occhi a forma di cuore che lampeggiano.
A quel punto un rassegnato polpypapa’ immaginando che l’unico modo per non farmi rimanere dentro al negozio fino alle fine dei miei giorni terreni fosse di andare di carta di credito mi strappa il cappotto delle meraviglie mi butta fuori con la polpetta e dice io faccio la fila per pagare voi fuori.

Inutile dire che dopo camminavo ad un metro da terra ed ancora oggi non ci credo…

Fatti ancora un po’ di giri infruttuosi, ma in fondo a me che me ne fregava ora , ora che giravo con la mia shopper fighissima , si pure la borsa e’ una roba bellissima con i manici in tessuto….

Pero’ la polpetta bisognava sedarla in qualche modo, ed allora al patto di te li compro se tu mi fai entrare senza storie in tutti i negozi che voglio, vai di sanissimi popcorn solo che uno sfigatissimo polpypapa’ si frantuma una capsula con un chicco non scoppiato.

Al rientro giro in farmacia per antidolorifico e già li si stava ristabilendo il giusto equilibrio della bilancia in casa polpetta.

Entrati in casa vado in cucina e trovo acqua dappertutto un lago, panico! Urlo c’è acqua in cucina, polpypapa’ corre, senza valutare il rischio e me lo vedo scivolare davanti agli occhi, io non ci credevo giuro, si rialza chiude il rubinetto generale ( che voglio dire se lo diceva a me che ero già li davanti era uguale no?!) . Vedo sangue , lui ginocchio sfasciato, sanguinante, spalla semi slogata… Io o_O che trattenevo le risate ma non ci riuscivo. In scivolata ha sbattuto il ginocchio sullo spigolo spaccando una piastrella della cucina!

Lui “non ridere!! ” Io mi stavo pisciando addosso ,mentre cercavo i cerotti e le bende , ma mi sono trattenuta fino a che non fosse passata l’emergenza acqua.

Che poi che era successo?? Scoppiata una bottiglia d’acqua, niente causa condominiale per danni, niente lavastoviglie o tubi da cambiare, in compenso l’uomo di casa e’ un rottame.

Dopo cena quando finalmente polpypapa’ rattoppato era steso sul divano ho potuto liberarmi e ridere come una deficiente per mezz’ora.

Io ho curato un bel po’ di malumore con lo shopping (continuato molto fruttuosamente questa mattina ahahaha, mancano solo gli stivali e poi sono ok!) , polpypapa’ si e’ malandato manco fosse andato in combattimento la polpetta e’ sopravvissuta quindi alla grande direi!
Queste sono le prove!!

20120107-153742.jpg

20120107-154749.jpg