5 anni

5 anni fa a quest’ora ero mamma da 4 ore…

Oggi mi sono svegliata presto non riuscivo a dormire e tra 5 minuti sfornerò la torta per la festa di domani.

Sono felice ed al tempo stesso non riesco a rendermi conto che la mia polpetta ha già 5 anni! Auguri amore della mia vita!

20120914-063642.jpg

Sogni mare e colazione

Mi sono svegliata e per un attimo ho creduto di essere al mare  forse stavo ancora sognando…

Apro la finestra trovavo un bel cielo grigio ed aria frizzantina, ok direi che non sono al mare e che nemmeno la piscina e’ un’opzione papabile.

Mi avventuro  in sala e faccio l’occhiolino all’asse da stiro lui si illude io scappo, illuso!

Allora vado a tormentare la polpetta che dopo non poca resistenza si sveglia e mi raggiunge in cucina dive non c’ e ne latte, ne succo ne alcun che per la colazione, avrei dovuto comprarlo ieri sera ma ho avuto un vuoto di memoria…

Piano B che bisogna sempre averlo un piano B .

Ci vestiamo carine , e ce ne andiamo nel nostro bar preferito ci sediamo nel dehor  e ci godiamo una colazione con i fiocchi a detta della polpetta  e rilassante a detta mia!

Non e’ come farla in riva al mare ma già si inizia meglio la giornata!

Ma non ti manca?

Ieri sera eravamo acena da un amico di polpy papà molto neo papà, la piccola ha meno di un mese! Così durante la serata mentre la neo disfattamammina  cercava di non soccombere al suo ruolo di mucca bipede io ho giocato per un po’ alla zia.

Strano prendere in braccio questo fagottino che pesava meno della polpetta alla nascita ( mondo crudele!)

Polpypapa mi guarda con occhio languido e mi dice “ma non ti manca un po’?”

Il mio sguardo si sposta dalla neo mammina in polvere alla mia super polpetta che fa la ruota e gioca con il cane (Stiamo superando il trauma!!!)  avanti e indietroin paio di volte .

E no , ora come ora non mi manca proprio per niente, nessuna poesia, istinto  di procreazione ai minimi storici…non ce la potrei fare…

 

E io mi sciolgo

Di ritorno dall’allenamento in bicicletta.

Dopo essere cadute poco, imparato a fare un po’ di curve, dopo gli applausi, gli incitamenti.

Mamma tu sei la miglior mamma allenatrice del mondo!

Sai quando torno a scuola lo dico a tutti i miei compagni così verranno tutti da te per imparare ad andare in bici…

😝😝

Dilemmi

Mamma ma secondo te e’ meglio essere piccoli o grandi? Perché la mia amica B dice che e’ meglio essere piccoli mentre D dice meglio essere grandi così puoi fare quello che vuoi…

Allora polpetta senza nessunissimo dubbio e’ meglio essere piccoli!

E perché tu sei grande e puoi fare quello che vuoi e io no?

In realtà da piccolo ti illudi che una volta grande sarai libero di fare come vuoi, cosa che può essere vera se pensiamo alla libertà di mangiare caramelle o patatine quanto e quando ti pare in realtà poi scopri che c’è la fregatura. Tipo che tu il lunedì, martedì e mercoledì vai in piscina io in ufficio ad asfissiarmi di caldo.
Tipo che se a te una mattina ti gira storto mammina e papino fanno le capriole ma ti tengono a casa , se io una mattina non ch’io voglia di alzarmi mi devo dare un calcio nel sedere da sola e pedalare.

Quando sei piccolo, sei piccolo e solo per questo fatto ti vengono condonate la maggior parte delle cavolate fatte, se sei grande sono tutti cavolacci tuoi. Perché se un bambino e’ monello la colpa e’ sempre della mamma rare volte del papà a volte della famiglia ma mai sua.

Quando sei grande, anche se raggiungi la consapevolezza che la tua vita e’ allo scatafascio perché per mille anni hai cercato di plasmarti alle richieste di chiunque ti fosse vicino e poi all’improvviso ti svegli una mattina e guardando allo specchio vedi una sconosciuta che ti guarda con fare sospetto e ti dici ma dove caspita sono finita io? E ti prende il panico e vorresti piangere e menare chiunque passi a tiro, beh non ci sarà nessuno che ti prende in braccio e ti consola e ti dice che va bene uguale che sbagliando si impara, che ora e’ il caso di ripartire, no devi fare tutto da sola…

Per questi ed altri mille motivi, non ultimo il poter fare pipi’ sempre e dovunque che io voto per meglio essere piccoli.

Pero’ nutro la profonda speranza di essere una madre abbastanza brava da farti adorare il tuo essere grande un giorno, e non solo perché potrai mangiare le patatine prima di cena.

Feriti ma orgogliosi

Siamo cadute ( lei) , ci siamo rotte la schiena ( io)

Abbiamo fatto due incontri ravvicinati con un muro ( i freni??)

Ma ce l’abbiamo fatta due giri del cortile senza mamma attaccata al sellino!! Spe che asciugo che grondo soddisfazione da tutte le parti.

Dobbiamo lavorarci ancora un po’ ma siamo davvero sulla buonissima strada!
Ho dovuto lottare un po’ con il carattere rinunciatario della polpy , ma alla fine dopo ogni caduta e’ risalita anche piangente.

Mammina ma e’ vero che per imparare bisogna cadere?

Non sai quanto sia vero ed universale polpetta…

Di cucina

Ieri sera ceniamo sole io e la polpetta.

Mamma senti ma che ne dici visto che siamo solo io e te di spararci i cartoni invece dei telegiornale? Perché poi mi sa che questa puntata l’abbiamo già vista! O_O (effettivamente le notizie sono quasi sempre molto simili e credo che per la polpy fosse più sensato pensare ad una replica piuttosto che pensare che le persone fanno sempre le stesse orribili cose ogni giorno…)

Polpetta com’è? ( la cena ndb)

Buonissimi mamma, questi involtini sono fantastici!

Mica come quelli della nonna eh!

Perché come li fa nonna?

Beh ( tutta seria) il problema e’ che lei compra la carne troppo spessa e quindi tira (???) cioè insomma e’ che quelli di nonna sono come dire…( ci pensa intensamente) ASPRI! ( faccina schifata da giuramento al mc donald!)

Ok sono scoppiata a ridere che momenti mi strozzo.

Povera nonna , chissà che ci mette negli involtini!

Terapia alternativa

Ieri sera la polpetta annoiata al massimo era incontenibile.

Dopo cena, forza e coraggio, le dico che usciamo un pochino, lei ovviamente non vuole fare una tranquilla passeggiata, vuole andare in bici…io voglio morire…

Ma succede che gonfiate le gomme tra un crampo e l’altro alla pancia e dopo i primi due mancati svenimenti che correndo dietro alla polpetta al grido di pedala che non cadi la pancia va meglio.

Dopo un ‘ ora sudata e sfinita decreto che la sessione e’ conclusa e prometto solennemente che entro l’estate sarà capace di andare senza rotelle e se Dio vuole io avrò smesso di correrle dietro tenendo il sellino che mi sono pure venuti i calli alle mani! 

Sta sera riapre il circo, ora fa troppo caldo ed io non sono ancora in forma!

Buon week end

Sta notte ho patito le pene dell’inferno, la pancia mi faceva malissimo, la polpetta mi si era incollata a cozza e non mi potevo muovere.
Ho pensato ecco che arrivano, in ritardo ma con gli interessi.

Alle 7 Mi alzo e vado in bagno dopo 45 minuti di dialogo con il water decreto che non mi sono venute, forse forse mi sono presa l’influenza intestinale.

La diagnosi e’ poi stata confermata dal protrarsi dei sintomi tra cui nausea, brividi di freddo e compagnia bella.

A parte una velocissima aspirata ai pavimenti e 4 lavatrici non ho fatto nulla.

Ho giocato, fatto braccialetto di perline con la polpetta.

E tenuta compagnia alla cucciola mentre faceva la nanna nel lettone che il suo lettino e’ senza lenzuola.

E sono riuscita fare un bel giro tra blog come piace a me, parto da uno che conosco, ne guardo uno sui link e vado avanti così scoprendo nuovi interessanti blog da leggere, adoro farlo e perderci ore!

Ora devo riuscire a trovare un modo per non fare annoiare la polpy fino a sta sera.

Uh cavolo ma e’ sabato, mica volevo uscire no?
Meno male che la piscina era già esclusa per motivi di budget se no mi incazzavo!

Giornata rally

Oggi non so se ne esco viva…

Devo portare la polpetta ad un compleanno di una sua amica a 40 km da casa.
D’accordo con la mamma della festeggiata la polpy come l’anno scorso arriverà presto e darà una mano ad allestire il party.

Io uscirò dal lavoro a pranzo ( seeee pranzo oggi cucù!) recupero volante della polpy consegna polpy alla festa e rientro in ufficio spero in orario.
Alle sei corsa al recupero.

Lei già regna che sarà l’unica senza mamma alla festa, io già rodo perché cazzo la festa di sabato no??! Pero sono l’unica mamma che lavora, anzi no ma l’altra e’ padrona della ditta col marito quindi orari molto più elastici.

Il regalo l’ho preso, ieri di corsa, ma giuro che se appena la polpy apre gli occhi prova anche solo a farmi sentire in colpa perché “mammina sei solo tu che lavori” io oggi la lascio dalla nonna…