Incertezze

Questa e’ l’estate dell’incertezza.

Non andiamo in ferie…no andiamo in ferie

Partiamo mercoledì, nogiovedì….domenica, no sabato…

Sono in ferie dal 27 no, dai vieni fino al 30 , e perche’ non fino al 31?

Ok saluti in ufficio baci e abbracci ci rivediamo il 16 …IL 16??? Mamma ma che dici ? no rientriamo tutti il 20 anche polpymamma!!  Sicur?? Me ne vado eh! Ok me ne vado ore 18,30 varco la soglia e sono libera!

Il capo mi dice ” passa a trovarci…” ma che state scherzando vero?? Mi succhiate il sangue per 9 ore al giorno spesso anche di sabato e dovrei sentire la vostra mancanza tanto da venire al lavoro durante le mie ferie??!

Domani mattina colazione al bar con polpetta .

Ora sono stanca, mi sento molto etichetta di bottiglia dopo il lavoro immane di oggi che mi talmente sfinita che uscendo ho avuto un cedimento ed ho volato le scale…

Ridarella

Ieri dopo una settimana di panico e lavoro senza senso per finire un ordine mostruoso ( decisamente al di sopra della nostra portata , siamo azienda piccola e non ben attrezzata quindi mazzo triplo!) finalmente dopo aver augurato un nice trip all’autista danese forse sfiniti dal caldo o dai fumi della ceralacca ci e’ presa la ridarola. Così irrefrenabile  che nemmeno riuscivamo a rispondere al telefono.  Mettici anche che avevamo una comitiva dibrasiliani in visita, fuori come bapersone meno di 10 persone che facevano casino come fossero 50 adolescenti in gita scolastica ed alla finerierano pure un po’ brilli e c’era una pazza che scappava dal gruppo a far foto a qualunque cosale passasse davanti e noi ridevamo..

Oggi si ricomincia  non ho la minima idea Di come fare ad arrivare a sta sera.

 

Lavoro

Sul lavoro mi rispettano, tutti.
I miei titolari tengono molto conto delle mie opinioni e del mio giudizio e lo hanno dimostrato affidandomi un sacco di responsabilità.

Un progetto che vedrà la luce nel mondo delle vendite on line fighe tra un paio di mesi, porta un sacco di mie idee e non vedo l’ora che parta il tutto!

Invece lui l’uomo che sa tutto lui, mi considera una deficiente così ogni volta che chiedo che venga fatto così o cosa’ deve sempre ribattere fino al culmine di questa mattina.

Due ordini grossi da preparare in contemporanea, io mi barcameno tra ufficio e magazzino per controllare che tutto sia ok, clienti diversi diverse marcature delle scatole e diversi lotti di bottiglie.
Mi distraggo un attimo e zac mi ritrovo il foglio con scritto che hanno etichettato una parte di bottiglie che hanno un lotto diverso da quelle che ho segnato sull’ordine.
Vado a chiedere chiarimenti e parte all’attacco dicendomi che se anche c’e scritto diverso il vino e’ uguale che lui lo sa e che vedi “stessa data di imbottigliamento!” ” grazie lo so le faccio io le schede per gli imbottigliamenti grrr! Ma Non credo proprio visto che la numerazione dei lotti l’ho creata io e quindi so benissimo che sono due annate diverse dello stesso vino, ma due annate diverse qualche diversità ce l’hanno !

Allora mi incazzo e la mia titolare mi chiede cosa ho e io le spiego, lei mi dice di andare a parlare con suo figlio che rimane allibito.

Non mi piace fare la spia, ma visto che sono la responsabile se poi arriva la lamentela dal cliente mi chiedono conto e devo poter dire esattamente cosa diavolo c’era nelle bottiglie, poter risalire esattamente alle analisi ed ai campioni.

Quindi da oggi pomeriggio devo anche premurarmi di controllare che Mr. So tutto io prend quello che deve e cioe’ quello che scrivo sull’ordine di magazzino e non quello che gli viene più comodo e che secondo lui e’ uguale… Uffi ora devo dividermi in 5.

Inaspettato

Ieri pomeriggio al rientro dopo la pausa pranzo causa titolare in ritardo, più del solito, sono rimasta fuori dal cancello con l’operaio che lavora da noi.

Parlavamo del più e del meno del caldo e cose così.
Poi passando da un’argomento all’altro senza che me lo aspettassi mi ha raccontato di quando lui e la moglie hanno perso una bambina al 7 mese di gravidanza, il parto indotto, il funerale.

Parole dure accentuate da un’italiano ancora incerto e molto diretto.

E non sono riuscita a dire niente che non fosse un misero mi dispiace.

Non sono capace di rimanere indifferente al dolore e me lo porto dietro ancora oggi.

A volte capita di sbirciare scorci di vite che non incrociamo mai davvero.

Frullata viva

Sono settimane veramente impegnative.
Esco da lavoro sempre allo stremo, ubriaca di stanchezza, spremuta come un limone.
Sto cercando di capire quando chiuderanno l’ufficio per cominciare a sognare le ferie ma fanno orecchie da mercante.
Week end di giri e faccende senza tregua, sabato a pranzo da mia mamma che ha significato fare la spesa portare su tutto, cucinare, sparecchiare pulire la cucina…

Polpettina malata che dopo quasi due mesi di tregua mi ha colto impreparata.
Ok voglio scendere un giorno uno solo senza montagne russe.

Pero’ una cosa positiva c’è cognato e un’amica mi hanno sommersa di ciliegie buonissime!!
Che mi rendo conto non c’entra un cavolo, ma bisogna pensare positivo e che c’è do più positivo delle ciliegie rosse e dolci??!

Trigo parte terza ultimo atto

Quindi io mi fondo a casa e chiamo minnie le racconto tutto.

Lei ed il marito rimangono sconcertati io peggio…allora parte il teatro.

Loro non vogliono mettermi in mezzo.

Quindi lei mi telefona in ufficio chiedendo notizie dello stipendio, io faccio finta di non volerle dare info e Riferisco che richiamerà.

Parlo con il capo e le dico che era lei che aveva bisogno di sapere per la sua busta e vengo autorizzata a dirle che se il marito non va da loro niente stipendio..

Appena sola fingo che lei abbia richiamato e dico di averle detto tutto.

Arrivo a casa la chiamo la aggiorno e suo marito chiama immediatamente per fissare un appuntamento per il giorno dopo.

Il giorno dopo lui richiama e dice che viene ma vuole subito lo stipendio della moglie.

24 ore dopo tutto a posto…fattura vecchia, stipendio…
Missione compiuta!!
Ma che nervi in fondo lei aveva lavorato ed un ricatto così e’ vergognoso, hanno un mutuo, un figlio insomma una carognata..

Trigo parte seconda

La storia del trigo per lo stipendio andò così:

La mia collega minnie termina il suo contratto di lavoro fine mese scorso.

Arrivano gli stipendi , pagano tutti ma lei no adducendo la scusa che siccome il di lei marito non e’ ancora andato a fare un’intervento che loro gli avevano richiesto avrebbero usato lo stipendio della moglie come ricatto.

Da precisare che il marito non voleva andare perché era a credito con i titolari da dicembre di una fattura.

Mi e’ salito il sangue al cervello, primo che c’entra il lavoro che lei ha fatto per loro con le loro beghe con il marito di lei che poi c’aveva anche le sue ragioni a farsi desiderare.

Tra l’altro si sono impuntati che non avrebbero richiamato il marito di minnie ed avrebbero aspettato finche non si degnava lui così lo stipendio sarebbe finito al tempo del mai…

To be continued….

Trigo

Ieri per far si che pagassero lo stipendio alla mia collega che ha finito il contratto ad aprile ho dovuto fare un trigo internazionale.

Oggi se tutto procede per il meglio lei avrà quello che le spetta e io mi pregusto i fuochi d’artificio con il di lei marito e la titolare… Sta sera spiego meglio.

Ora corro, devo ancora fare colazione e i letti…ah beh vestirmi…e la polpy ahhhhhh.

Inizio, fine…

Oggi primo giorno della mia nuova vita da NON PRECARIA!!! Finalmente ho firmato il contratto e dopo 7 anni di agonia stento ancora a crederci.

Ora se volessi potrei avere anche un finanziamento per la macchina nuova, roba da matti!

Finisce un’era e ne inizia una nuova per la mia vita professionale e non. La serenità di non avere una sedia ad orologeria sotto il sedere si riflette anche sul resto!

Apena il dolore atroce da inizio ciclo (ma perché qualsiasi evento epocale della mia vita e’ accompagnato da un’altrettanto epocale ciclo del cavolo?! …pecche’!??) me lo consente approfondirò anche altri aspetti di questo nuovo inizio ricco di cambiamenti…anticipo solo che rivoglio collega di prima!!!!!

No ponte no party

Io non faccio il ponte, la cosa non era nemmeno contemplata.
In fondo mi sono già goduta due giorni di ferie mentre ero all’ospedale con la polpy eh?!

Ok ultimamente gira un po’ di malumore , una collega con cui lavoravo benissimo che se ne andata perché rientra l’altra.

L’ultimo giorno l’hanno trattata peggio del peggio e mi ha lasciato in magone, perché vedere qualcuno usato così da pungiball senza motivo mi fa stare male.

Domani lei non viene sarebbe stato il suo ultimo ,giorno ma aveva un impegno e direi che nemmeno io sarei andata…

Qualcosa che non so mi dice di rizzare le antenne, sesto senso? Paranoia? Non lo so, ma non mi troveranno impreparata.